venerdì, settembre 07, 2007

Windows Mobile 6 sul Samsung i600

Un paio di giorni di fa ho aggiornato con successo il cellulare Samsung i600 a Windows Mobile 6.
Avendo una versione brandizzata l'operazione è stata un attimo complessa, è stato necessario de-brandizzare il telefono, configurarlo come olandese in un menù nascosto, effettuare il download dell'aggiornamento dal sito Samsung e poi reimpostare il telefono come italiano.
La procedura è ben descritta su questo forum.

Le differenze del nuovo sistema operativo sembrano essere prevalentemente cosmetiche, anche perché l'aggiornamento del software della componente radio è difficile da apprezzare e sarebbero necessarie delle prove in laboratorio per fare una verifica.

Alcune novità che si possono apprezzare riguardano l'interfaccia di Outlook che è stato resa più funzionale con delle nuove viste, e tra l'altro adesso è possibile posporre l'avviso per un appuntamento, prima di poteva solo cancellare.

Ho letto che Internet Explorer è stato migliorato ma l'unica differenza percepibile è un nuovo logo animato a forma di anello blu.
Il rendering, delle pagine è sempre pessimo, spesso ci sono elementi che rimangono nascosti e molti siti sono poco leggibili (ad esempio repubblica.it).

Una altra novità è la presenza di Windows Update, funzione molto utile vista la tradizionale abbondanza di bachi nel software proveniente da Redmond. Purtroppo non sono riuscito a farlo funzionare (forse un baco nel software per patchare i bachi?)

Per quanto riguarda i bachi precedentemente presenti, i software RSS reader e Podcast di Samsung ancora non sono in grado di fare propria la configurazione internet e non funzionano attraverso eventuali proxy configurati.
Peccato perché una delle cose che mi piace in Windows Mobile è la logica dietro la configurazione internet.

Si può creare una connessione e dire, per
esempio, che si collega a "ufficio", e poi creare un proxy che collega "ufficio" a "internet".
Solo che se le applicazioni non leggono la configurazione il tutto è abbastanza inutile.

Attenzione: nessuno pensi che utilizzerò mai questo telefono al posto di un iPod!!

Una cosa incomprensibile di questo aggiornamento è il fatto che non sia disponibile per alcuni paesi (le bandierine italiane, austriache e francesi sono in grigio sul sito Samsung), ma come al solito quando le aziende pongono delle barriere stupide, la comunità online trova una soluzione..Technorati Profile

giovedì, settembre 06, 2007

Aggiornamento: l'iPod Touch avrà bluetooth?

Ho trovato questa notizia su engadget, sarebbe fantastico avere bluetooth mi permetterebbe di usare la connetività UMTS e la fotocamera del cellulare!

Ho appena ordinato il nuovo iPod Touch!!

Non potevo resistere, il nuovo iPod Touch è troppo bello, e mi consente di espandere l'attuale utilizzo del mio iPod (prevalentemente audiolibri e podcast) . Insomma mi sono precipitato sul sito Apple e l'ho ordinato (la consegna è prevista per i primissimi giorni di ottobre)!
Spero che, a parte le applicazioni che Apple ha incluso (che sembrano già estremamente utili), vengano sviluppati nuovi programmi da parte della comunità Open Source.
L'interfaccia multi-touch assieme al Wifi potrebbero essere il punto di partenza per una nuova generazione di applicazioni on-line.
Ma il mio dubbio è se Apple lascerà il nuovo iPod aperto al software di terze parti, oppure saremo costretti ad applicare l'ennesimo hack?
Aspettiamo ottobre e vedremo..

martedì, luglio 31, 2007

Gli audiolibri nella terra di nessuno

Ascolto spesso i podcast del network di TWIT (This Week in Tech, www.twit.tv), che sono sponsorizzati da Audible.com. Qualche giorno fa, mi sono convinto di provare il loro servizio (finora ho sempre comprato audiolibri su iTunes). Non ci crederete, tutti i libri che mi interessavano erano presenti quanto no mi ero autenticato, ma quando facevo login sparivano. Chiedo al loro servizio di supporto e mi spiegano che per quei libri non hanno i diritti di vendita nel nostro paese. L'altro giorno provo a cercare l'ultimo libro, On Intelligence, e anche questo non c'è, decido di annullare il mio abbonamento e gli mando l'e-mail che allego.
Non riesco a capire il senso di questa faccenda, forse qualcuno si è comprato i diritti per questi libri per l'Italia (probabilmente in tutte le versioni), immagino qualche grosso gruppo editoriale, ma perché allora posso tranquillamente comprarli, nella versione cartacea, da amazon.co.uk?
Digital divide? Chi sà..

Dear Sirs,
I do not care if I lost 2 credits in leaving your service, but I realized it is of no use for me, every single book I wanted to buy is not available for my country, Italy. I don't have any idea of what is the sense of this since no one else provides audiobooks locally, and I'm not at all interested in translations.
To be transparent in your service, you should post a warning, upon registration for Italians (and other countries with the same restrictions), that many of the books that seem available when you are unregistered are not when you login.
It seems that most of your catalogue is cut in half as soon as one logs in.
I would also suggest that you list the books anyhow, instead of hiding them (avoiding th user to check and double check), posting a message regarding the reason it is unavailable.

If you have a chance, I suggest you to remind the rights holder who does not allow these audiobooks to be sold in my country, that this kind of barrier is an incentive to piracy.
Everyone should have the chance to buy content easily and at a reasonable price.
This does not mean that I will pirate these books.
I will only have to buy them, in paper, from Amazon (where they are available), and this makes your service useless to me.

I have put Leo Laporte and Steve Gibson in copy, since their great podcasts are the reason why I tried your service and they should be informed in case they might be interested.

Regards,

Alessandro Canepa

Aggiornamento (1/8/2007)
la risposta di Audible.com:
Dear Alessandro,

I understand that you have some legitimate concerns regarding the service we provide and the audio that is available in your region. I really do apologize for the inconvenience that this may have caused you in regards to this situation. I can assure you that we, audible.com, is aware of the issue that many customers like yourself are having. This is a large concerns for us and we are diligently working with our publishers to obtain the necessary rights to make all of our books available to you and other regions. Unfortunately though, this is a lengthy process that our content department must try to overcome. Your business is very important to us and we are not happy to hear that you are not satisfied with the service. I will present this email to my superiors to make them aware of the issue. In the meantime, if there is anything I can do to make your time with Audible more pleasant please let me know. Again, I do apologize for the inconvenience and I hope that you are able to use our service in the near future once we have been able to make more of the books available to you.

Sincerely,
Mauro B.
Audible Customer Support.