lunedì, settembre 05, 2011

Video Sub 2011

Anche quest'anno ho raccolto gli spezzoni di video filmati sott'acqua:

martedì, maggio 31, 2011

Preistoria del web

Sempre fra le scartoffie ho trovato un foglio che tenevamo appeso nella stanza del gruppo internet a Repubblica.it, era il titolo di un articolo andato online anche se per poco: "Ifughi cercani raggiungere le coste pesi con ogni mezzo", probabilmente frutto di un frettoloso copia e incolla e di una frettolosa pubblicazione:


In quel periodo, subito successivo al lancio di Repubblica.it del 14 gennaio 1997, il sistema editoriale ancora aveva qualche problemino.. e si vede!
Vi ricordate com'era Repubblica.it all'epoca? Ecco l'edizione del 19 maggio 1997 (presa da http://web.archive.org/web/19970331150900/http://www.repubblica.it/):

Repubblica.it prima dei "Lavori in corso"

Era il 4 febbraio del 1996, lavoravo presso i Sistemi Informativi di Repubblica da qualche anno, quel giorno mi chiamò uno dei capi della Direzione Tecnica per chiedermi se potevo aiutarli a risolvere un problema. Avevano stipulato un accordo con Interbusiness e Digital per seguire le elezioni amministrative, ma nonostante Digital avesse messo in campo gli "esperti" americani, non riuscivano ad esportare il giornale dal sistema editoriale Atex ad una versione fruibile da internet. Intimorito dal fatto che gli americani non ci fossero riusciti (come diceva un visionario "esperto" di DB2 che avevo incrociato quando qualche anno prima lavoravo in una azienda di IBM, "gli americani mica sò pizza e fichi!"), dissi che avrei provato, misi alcuni file esportati da Atex su un floppy, e ci lavorai sopra nella tarda serata. Francamente la cosa mi sembrò quasi troppo facile. Il file di Atex era un file binario a tracciato fisso, bisognava estrapolare le parti dell'articolo e provvedere a sostituire qualche carattere, creare poi una struttura dati in memoria per poi produrre gli articoli in tanti file html e alcune pagine indice se sempre in html. Ebbi modo anche di ottimizzare la struttura e il markup per essere fruito dai lettori software per non vedenti.
Ho trovato tra le mie scartoffie una delle prime stampe fatte il giorno successivo:

Questo era il titolo dell'articolo:
"Troppe schede nulle i conti non tornano"
Berlusconi lancia l'allarme brogli, poi ci ripensa

Pensate se domattina troviamo un titolo simile su Repubblica!

La Repubblica su Wikipedia

mercoledì, gennaio 20, 2010

Aggiornare il proprio blog su iPhone con BlogPress

Cercavo da parecchio un app per iPhone che mi consentisse di aggiornare i blog. Dopo averne provate varie, ho scelto BlogPress che per me vale tutti i 2,39€ che costa.


Come potete vedere da questo post... funziona!!

Unico neo, non consente di inserire etichette (le ho aggiunte dopo da computer)

Come scoprire il nome di un font


Può capitare di aver bisogno di identificare un font presente in una immagine, in teoria sembrerebbe "Mission Impossible" ma invece esiste un servizio online anche per questo.
Sul sito http://new.myfonts.com/WhatTheFont/ si può caricare una immagine e dopo aver inserito i caratteri testuali corrispondenti a quelli identificati dal sito, si ottiene un elenco dei font che hanno quelle caratteristiche.
Non è proprio precisissimo ma può essere un buon inizio nel cercare di scovare un font.

martedì, marzo 17, 2009

iPhone 3.0 - le novità

Le novità dell'iPhone 3.0:
  • nuove API per applicazioni per vendere servizi a consumo
  • connettività peer to peer (per le applicazioni)
  • nuove API per far parlare le applicazioni con gli accessori
  • turn by turn!! Navigatore!!
  • notifiche in push da parte delle applicazioni (ma non rimangono attive in background)
  • 100 nuove funzionalità, INCLUSO Taglia, Copia & Incolla (di testo e foto)!!
  • anche la mail adesso funziona in orizzontale
  • supporto per gli MMS (solo su 3G)
  • messaggi audio via email e MMS
  • nuovo calendario (appuntamenti colorati..)
  • motore di ricerca nelle applicazioni Apple (anche sulla posta)
  • servizio di ricerca di sistema (Spotlight)
  • Sincronizzazione note
  • Bluetooth stereo
Disponibile da oggi per gli sviluppatori, e come aggiornamento gratuito per iPhone questa estate (giugno) , alcune cose come gli MMS non funzioneranno su iPhone di prima generazione, l'aggiornamento per iPod Touch $9.95.

Finisce qui.. speravo anche in un miglior supporto per Podcast e la telecamera ma per ora il mio iPhone rimane jailbroken.. a giugno ci penso!

mercoledì, febbraio 18, 2009

Come far funzionare Drupal 6.9 su Aruba.it

Dopo anni di utilizzo Joomla ho voluto provare a realizzare un sito con Drupal, e per aggiungere qualche incognita in più, ho provato a farlo ospitare sui servizi di Aruba.it.
Uno dei primi problemi è stato il lento e macchinoso sistema di attivazione dei servizi di Aruba, ci sono molteplici pannelli, credenziali diverse, arrivano progressivamente le e-mail delle singole attivazioni, creano già i DB mysql vuoti con una unica utenza.
Per me che ero abituato ad avere un servizio con il pannello unico, come CPanel, e tutto attivabile e configurabile a piacere, non è stato proprio il massimo. Però effettivamente Aruba ha tariffe convenienti, anche se per il prossimo sito voglio provare il servizio di godaddy.com, che pare avere buone tariffe insieme ad un unico pannello di gestione.
Proseguiamo..
Una volta risolti i problemini burocratici e gestionali, ho installato Drupal e ho cominciato ad avere problemi con la contorta gestione da parte di Aruba delle configurazioni nel file .htaccess. Solo dopo svariati tentativi sono arrivato ad ottenere una configurazione tollerata, funzionale e funzionante.
Qui di seguito allego la versione del file .htaccess finale che ho utilizzato (con i commenti):

#
# Apache/PHP/Drupal settings:
#
Grassetto

# Protect files and directories from prying eyes.
# Ok per Aruba

Order allow,deny


# Don't show directory listings for URLs which map to a directory.
# NON Ok per Aruba
#Options -Indexes

# Follow symbolic links in this directory.
# NON Ok per Aruba
#Options +FollowSymLinks

# Make Drupal handle any 404 errors.
# Ok per Aruba
ErrorDocument 404 /index.php

# Force simple error message for requests for non-existent favicon.ico.

# There is no end quote below, for compatibility with Apache 1.3.
ErrorDocument 404 "The requested file favicon.ico was not found.


# Set the default handler.
# NON OK per Aruba
#DirectoryIndex index.php

# Override PHP settings. More in sites/default/settings.php
# but the following cannot be changed at runtime.

# PHP 4, Apache 1.

php_value magic_quotes_gpc 0
php_value register_globals 0
php_value session.auto_start 0
php_value mbstring.http_input pass
php_value mbstring.http_output pass
php_value mbstring.encoding_translation 0


# PHP 4, Apache 2.

php_value magic_quotes_gpc 0
php_value register_globals 0
php_value session.auto_start 0
php_value mbstring.http_input pass
php_value mbstring.http_output pass
php_value mbstring.encoding_translation 0


# PHP 5, Apache 1 and 2.

php_value magic_quotes_gpc 0
php_value register_globals 0
php_value session.auto_start 0
php_value mbstring.http_input pass
php_value mbstring.http_output pass
php_value mbstring.encoding_translation 0


# Requires mod_expires to be enabled.

# Enable expirations.
ExpiresActive On

# Cache all files for 2 weeks after access (A).
ExpiresDefault A1209600

# Do not cache dynamically generated pages.
ExpiresByType text/html A1


# Various rewrite rules.

RewriteEngine on

# If your site can be accessed both with and without the 'www.' prefix, you
# can use one of the following settings to redirect users to your preferred
# URL, either WITH or WITHOUT the 'www.' prefix. Choose ONLY one option:
#
# To redirect all users to access the site WITH the 'www.' prefix,
# (http://example.com/... will be redirected to http://www.example.com/...)
# adapt and uncomment the following:
# RewriteCond %{HTTP_HOST} ^example\.com$ [NC]
# RewriteRule ^(.*)$ http://www.example.com/$1 [L,R=301]
#
# To redirect all users to access the site WITHOUT the 'www.' prefix,
# (http://www.example.com/... will be redirected to http://example.com/...)
# uncomment and adapt the following:
# RewriteCond %{HTTP_HOST} ^www\.example\.com$ [NC]
# RewriteRule ^(.*)$ http://example.com/$1 [L,R=301]

# Modify the RewriteBase if you are using Drupal in a subdirectory or in a
# VirtualDocumentRoot and the rewrite rules are not working properly.
# For example if your site is at http://example.com/drupal uncomment and
# modify the following line:
# RewriteBase /drupal
#
# If your site is running in a VirtualDocumentRoot at http://example.com/,
# uncomment the following line:
# RewriteBase /

# Rewrite URLs of the form 'x' to the form 'index.php?q=x'.
RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-f
RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-d
RewriteCond %{REQUEST_URI} !=/favicon.ico
RewriteRule ^(.*)$ index.php?q=$1 [L,QSA]


I comandi originari commentati per far funzionare il sito non credo abbiano impatti ne sul funzionamento ne per quanto concerna la sicurezza in quanto credo siano già così da sistema.

mercoledì, novembre 26, 2008

Password al sicuro su chiavetta USB

Mi hanno posto la seguente domanda e condivido con tutti la risposta (magari può servire a qualcun'altro..)

Vorrei conservare sulla pen dei dati personali (password, home banking, ecc.) che, ovviamente, non devono essere accessibili agli altri anche in caso di smarrimento della pen. Puoi indicarmi dove posso acquistare un programma per inserire una specie di password a tale scopo?

ecco la mia risposta (scritta un po al volo.. sorry!):

ci sono due possibili soluzioni, entrambe a costo zero:

1) Con il programma KeePass, puoi gestire le informazioni di molteplici account tenendoli protetti con una password, il programma si può intallare sulla chiavetta stessa e funzionerà su tutti i pc a cui la colleghi. Il programma lo trovi a http://keepass.info/download.html e per installarlo sulla chievetta occorre scaricare la versione zip (e ti consiglio di scaricare KeePass 1.4, non la 2.06 beta che ha bisgono di avere l'ambiente .Net di Microsoft precedentemente installato sul pc). Troverai anche la traduzione in italiano tra le traduzioni disponibili (http://keepass.info/translations.html), dovrai scaricare lo zip e metter il file .lng nella cartella sulla chiavetta dove hai messo il programma. Come per tutte le cose più è lunga e complicata la password più metti al sicuro i tuoi dati.

2) Con il programma TrueCrypt (http://www.truecrypt.org/downloads.php), puoi invece creare un disco virtuale criptato e protetto da password nel quale puoi inserire quello che vuoi. Funziona anche da chiavetta (devi installare il programma sul tuo pc e poi creare un "traveller disk" sulla tua chiavetta. Inserendo la chiavetta parte il programma (anche su un pc dove non è installato) e ti chiede la password per accedere poi al tuo disco.
Truecrypt funziona fantasticamente anche per criptare tutto il disco dei pc o portatili, non peggiora le prestazioni e rende illeggibile l'intero hard disk a chi non conosce la password.

La soluzione ottimale è quella di utilizzare entrambe i programmi, facendo diventare la chiavetta un "traveller disk" di truecrypt e poi usando KeePass per proteggere le password. Lo svantaggio di questa soluzione è che deve inserire due volte le password ma il vantaggio è che nessuno al mondo che non sa la password può accedere ai tuoi dati.
Entrambi sono degli ottimi programmi, consolidati negli anni e che non installano nulla di strano..
Un'altra funzione carina di truecrypt è quella di permettere una doppia password, così se qualcuno ti costringe a rivelare la password tu puoi fargli accedere ad un secondo disco dove non metti nulla di valore mentre con la prima accedi ai dati che vuoi veramente proteggere.